#iubenda-cs-banner { bottom: 0px !important; left: 0px !important; position: fixed !important; width: 100% !important; z-index: 99999998 !important; background-color: black; } .iubenda-cs-content { display: block; margin: 0 auto; padding: 20px; width: auto; font-family: Helvetica,Arial,FreeSans,sans-serif; font-size: 14px; background: #000; color: #fff;} .iubenda-cs-rationale { max-width: 900px; position: relative; margin: 0 auto; } .iubenda-banner-content > p { font-family: Helvetica,Arial,FreeSans,sans-serif; line-height: 1.5; } .iubenda-cs-close-btn { margin:0; color: #fff; text-decoration: none; font-size: 14px; position: absolute; top: 0; right: 0; border: none; } .iubenda-cs-cookie-policy-lnk { text-decoration: underline; color: #fff; font-size: 14px; font-weight: 900; }
I 4 pilastri del successo personale di un venditore (2)

Nel loro libro “Guerrilla marketing” gli autori Al Ries e Jack Trout sostengono una tesi abbastanza scontata ma fondamentale, cioè che le piccole aziende devono concentrare i propri sforzi su un unico punto del fronte, poichè non possono disperdere le proprie risorse ed energie su una vasta gamma di attacchi alla concorrenza. Per avere successo, è necessario insomma tanto “concentrare gli obiettivi” quanto “concentrarsi sugli obiettivi”.

Questo vale per le aziende e vale anche per ognuno di noi.

Se ci concentriamo su pochi obiettivi chiari, aumentiamo esponenzialmente le nostre probabilità di raggiungerli.

Ecco allora alcuni accorgimenti affinché i nostri obiettivi non facciano la fine che di solito fanno “i buoni propositi per il nuovo anno”:

  • Liberare la propria “scrivania mentale”. Nei corsi di Time Management uno degli accorgimenti che si insegnano è quello di liberare la propria scrivania. Devono rimanere solo le carte del progetto di cui in quel momento ci si sta occupando, perché tutte le altre carte rischiano di distrarre. Parimenti, devo togliermi dalla mente tutto quello che rischia di distrarmi dai miei obiettivi: altri progetti, dubbi, paure, ansie, speranze, idee… e concentrarmi su quello che veramente conta in vista dell’obiettivo.
  • Non farsi influenzare troppo da notizie cattive di cui siamo inondati in ogni momento. Chiediamoci se possiamo fare qualcosa per cambiare quella situazione negativa: se possiamo, non dobbiamo preoccuparci, ma agire. Se invece non possiamo farci niente, ugualmente non ha senso preoccuparsi. Molto meglio concentrarsi su questioni che possiamo governare. Questo ci aiuterà a tenerci focalizzati in modo positivo.
  • Fare in modo da non dimenticarsi degli obiettivi. Il rischio di farsi risucchiare dalla routine quotidiana è molto elevato. Ogni mattina dobbiamo focalizzarci sui nostri obiettivi, e ogni giorno dobbiamo fare qualcosa che ci porti in direzione degli stessi.

 

Share This