Tecniche per la Negoziazione efficace
2 Settembre 2022
Seminario interaziendale in presenza

Verona, 19-20 dicembre 2022

Essere Capo e Coach

… per motivare e mantenere i collaboratori migliori

Perché questo seminario

Oggigiorno le persone – e soprattutto quelle ad alto potenziale – non amano che le si dica sempre cosa e come fare. Vogliono poter creare loro stesse le strategie per raggiungere gli obiettivi e risolvere i problemi. Vogliono essere coinvolte attivamente.

Ecco quindi che il “capo” deve diventare (anche) “coach”. Il che significa, aiutare i collaboratori a sviluppare loro stessi le strategie per raggiungere gli obiettivi e migliorare le loro prestazioni.

Il coaching è uno strumento di forte motivazione perché aumenta il senso di proprietà delle idee ed iniziative e quindi dell’autorealizzazione e della soddisfazione nel lavoro. Esso porta ad un maggior coinvolgimento dei collaboratori ed aiuta ad evitare che i migliori si dimettano per cercare altri lavori dove abbiano la possibilità di realizzare se stessi, un fenomeno sempre più diffuso.

Ecco perché trova sempre maggiore applicazione nelle aziende di successo di tutte le dimensioni.

Obiettivi del corso

• Sviluppare consapevolezza dell’importanza di questa forma di motivare e far crescere i collaboratori
• Apprendere le regole base, le tecniche e la consapevolezza che permetteranno di svolgere il Coaching in modo efficace
• Contribuire a creare le condizioni relazionali e motivazionali adatte

Destinatari

Imprenditori, Dirigenti, Manager e tutte le persone che vogliono gestire in modo motivante e produttivo altre persone.

Contenuti

Coaching: concetti base
Differenza tra Coaching, Mentoring e Training
Leadership e Coaching: dirigere, persuadere o fare coaching?
Rapporto tra Coaching e concetto di Delega
Rapporto tra Coaching e “Senso di proprietà”
I supporti digitali utili per il Coaching
Esercizio: come vedo il mio ruolo di Coach in “Azienda X”

Parola, tono e gesto nel processo di Coaching
Le 3 conversazioni: io-io; tu-tu; io-tu
I 3 ascolti: fatti, sentimenti e volontà
Esercizio sui 3 ascolti

Differenza tra Problem Solving e Coaching
Come creare le condizioni per una buona Sessione di Coaching
Concetto di Breakdown e di Breakthrough
I dilemmi del Coaching
Neutralità del Coach
Differenza tra Problem Solving e conversazione tra amici
Role Playing N° 1- Esempio: Coaching con un Venditore/Collaboratore demotivato

I 3 orizzonti: le azioni note, le azioni possibili e la co-creazione
Fiducia - considerazioni
Il concetto di permesso nel Coaching
Role Playing N° 2- Esempio: Coaching con un Venditore/Collaboratore poco produttivo

Come crearsi il tempo per una sessione di Coaching
Lista delle 'buone' domande da porre in una sessione di Coaching
Differenza tra Problem Solving e Coaching
Esercizio sulla fiducia



Verona

19-20 dicembre 2022
(seminario in presenza)


Seminario in presenza

19-20 dicembre 2022